Musei come leve del cambiamento per una cultura della sostenibilità

Musei come leve del cambiamento per una cultura della sostenibilità

Musei, operatori di sostenibilità a favore di una nuova mentalità a favore dell’ambiente. La cultura comincia ad essere letta in maniera diversa e diventa il motore fondamentale per guidare il cambio di paradigma verso un’idea alternativa di sviluppo sostenibile

Dunque, una rilettura formativa dell’Agenda 2030 a favore della transizione ecologica e dello sviluppo sostenibile dove i musei diventano luoghi concreti attraverso cui diffondere in maniera sempre più assidua i valori della sostenibilità.

Musei, dalla crisi della cultura alla digitalizzazione delle collezioni

 

Il settore dei Beni e delle Attività Culturali è stato tra i più colpiti dalla crisi sanitaria ed economica causata dall’emergenza di Covid-19, infatti, come attesta un’indagine condotta dall’Osservatorio Hybrid Lifestyle, in collaborazione con CRIF, 4 italiani su 10 hanno smesso di frequentare i luoghi della cultura e dell’intrattenimento dall’inizio della pandemia.

Al medesimo tempo, però, è stata registrata un’accelerazione nella digitalizzazione delle collezioni, fenomeno che ha incentivato la nascita di archivi fruibili, efficienti e interattivi, trasformando i musei in soggetti attivi all’interno delle proprie comunità, adibiti a far discutere, analizzare e comprendere i problemi odierni così da cercare soluzioni efficaci per il futuro.

Continua a leggere l’articolo su Green Planet News.

Potrebbero interessarti anche

 

Condividi su:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp