Per una vita più semplice, Edward Carpenter e il suo socialismo utopistico

Per una vita più semplice, Edward Carpenter e il suo socialismo utopistico

Edward Carpenter, considerato il “Thoreau britannico”, è stato una figura fondamentale nel panorama culturale dell’Inghilterra tra il XIX e il XX secolo. Oggi oggetto di riscoperta editoriale sia in patria che in Francia e Germania

 

Edward Carpenter, Conferenziere, riformatore, fondatore del Labour Party, socialista utopista, apertamente omosessuale e pioniere della lotta per i diritti lgbt. Sostenitore del suffragio femminile e oppositore della violenza sugli animali, nonché vegetariano, per quarant’anni Carpenter non smise mai di promuovere – con i suoi scritti e dando l’esempio attraverso la gestione di una piccola fattoria – gli ideali di una vita semplice e giusta.

Carpenter ha vissuto liberamente lavorando la terra, producendo sandali, ingaggiando battaglie precorritrici contro l’inquinamento e la vivisezione – con il passare degli anni sempre più concentrato sulla spiritualità e mettendo in secondo piano quel socialismo per il quale si era fatto apprezzare fin dai suoi esordi.

Il ritorno a una vita più semplice

 

Per una vita più semplice (Piano B Edizioni, pp. 200, € 16, con traduzione e cura di Mauro Maraschi) raccoglie nove scritti compresi tra il 1883 e il 1887, un periodo nel quale Carpenter era nel pieno della propria esperienza di “ritorno alla terra”. “Uno dei sintomi terribili della nostra vita moderna benestante è la carenza di salute. C’è solo un rimedio, ma è un rimedio infallibile: il ritorno a uno stile di vita più semplice”.

Continua a leggere l’articolo pubblicato su Green Planet News.

Potrebbero interessarti anche

Condividi su:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp