Sos Tartarughe: si cercano volontari in Campania, per un’estate alternativa

Sos Tartarughe: si cercano volontari in Campania, per un’estate alternativa

Ho scritto ieri questo articolo sul giornale che coordino, Green Planet News. Mi è sembrato importante dare voce a questa bella iniziativa. Infatti l’estate 2022, ormai alle porte, l’obiettivo è ampliare ancora di più la rete di monitoraggio attraverso l’insostituibile opera di buona volontà dei volontari. A breve le tartarughe cominceranno a deporre le uova sotto la sabbia, bisogna essere pronti

 

Su Green Planet News mi piace portare all’attenzione dei lettori progetti che parlano di “innovazione sociale” ma più in generale aprirsi a quella che io definisco “l’informazione sostenibile”. Che, attenzione, non è solo sostenibile perché green. Sostenibile perché si può leggere e non ci deprime con quel tanto in voga grufolare nel torbido che piace alla maggioranza dell’informazione per farsi leggere.

Oggi tutto è gossip, troppo spesso sulle disgrazie e sui dolori altrui. La guerra in Ucraina ne è l’emblema, la narrazione sul Covid lo è stata. In questa ottica personale che ho voluto per il giornale a cui ho dato vita, appunto, come informazione sostenibile e, ove possibile, di narrazione di qualcosa di più attento al “bello, giusto e buono”, apro alla diffusione di contenuti che forse portano meno like e meno lettori dediti al sensazionalismo ma più “conforto” a chi cerca ancora qualcosa di buono al mondo.

Tutto il senso di Green Planet News è questo. Ecco perché vi propongo la lettura di questa bella iniziativa per Punta Campanella e per le tartarughine che stanno per nascere. Le Caretta caretta vanno protette e tanti amanti della natura e degli animali posso trovare in questa iniziativa un’idea alternativa per l’estate e per sentirsi davvero parte di qualcosa di migliore.

Se avete piacere di leggere l’articolo ve ne propongo l’inizio con il link alla fine per leggerlo su Green Planet News in maniera più approfondita.

Un’estate alternativa in cerca di nidi di Caretta caretta lungo le spiagge del Cilento e del litorale domizio. “Cerchiamo amanti della natura, motivati, disposti a lavorare in gruppo”, questo l’appello dell’Area Marina Protetta Punta Campanella che partecipa al progetto di monitoraggio Caretta in Vista, coordinato dalla Stazione Zoologica A.Dohrn

 

Amanti della natura e appassionati di mare, la volete sul serio un’estate alternativa di quelle da non dimenticare? Eccola. Una settimana nel Cilento, lungo il litorale domizio e in altre località marine della Campania in cerca di tracce di tartarughe sulle spiagge o per presidiare i nidi fino alla schiusa delle uova.

La richiesta di volontari proviene dall’Area Marina Protetta di Punta Campanella che partecipa al progetto Caretta in Vista, il gruppo di monitoraggio che si occupa delle Carette carette in Campania, dall’individuazione dei nidi, al controllo degli stessi, fino alla nascita delle tartarughine.

Se vi fa piacere, potete continuare a leggere il mio articolo su Green Planet News.

Condividi su:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp